January 26, 2019

Please reload

Post recenti

Cellulite ADDIO!

February 21, 2017

1/2
Please reload

Post in evidenza

La bellezza dei capelli

March 8, 2017

La parte vitale del capello è il bulbo, infossato nel cuoio capelluto e ricco di connessioni nervose e recettori, che consentono l’assorbimento di fattori di crescita. La parte visibile (il cosiddetto “fusto”), invece è inerte, rivestito di cheratina, una proteina con funzioni protettive, con cellule a strati. Ecco allora che la salute e la bellezza dei capelli dipendono dalla nostra capacità di nutrire al meglio la loro parte vitale e proteggere quella esterna. Basti pensare, per esempio, che carenze nella dieta possono indurre cambiamenti nella carica elettrica del fusto, le cui cellule esterne si sollevano, consentendo l’ingresso di sostanze dannose che indeboliscono i capelli e ne opacizzano l’aspetto. Ecco alcune regole dietetiche da tenere presenti:

  • Per prima cosa, occhio alle calorie. Nel senso che le restrizioni eccessive mettono sotto stress i capelli. L’ideale se si vuole perdere peso senza fare danni è restare attorno alle 1400-1500 calorie al giorno: con questo introito energetico e gli alimenti giusti, si abbina un leggero effetto dimagrante a quello rigenerante sui capelli.

  • Nel menù quotidiano, poi, non dovrebbero mai mancare i frutti di bosco e, in generale, la frutta blu-viola (uva, susine…). Grazie agli antociani in essi contenuti, migliorano l’elasticità dei capillari e favoriscono la vascolarizzazione del cuoio capelluto, condizione che facilita l’afflusso e l’assorbimento di fattori di crescita da parte del bulbo.

  • Un altro aspetto che merita attenzione è la produzione di sebo che, se eccessiva, rende i capelli grassi e pesanti, favorisce la produzione di forfora e soffoca il bulbo. Gli acidi grassi omega 3, contenuti soprattutto nel pesce, riequilibrano l’attività delle ghiandole sebacee, perché sono un elemento costitutivo della parete delle cellule e favoriscono un corretto scambio tra queste ultime e l’esterno. I pesci più consigliati sono quelli “grassi” – termine che in questo alimento va inteso in senso molto relativo - come salmone, tonno, pesce azzurro.

  • Tra i cereali, vanno preferiti il miglio e l’orzo, ricchi di calcio e silicio (elementi presenti nel fusto del capello). E in generale, tutti i cereali integrali, che hanno un più elevato contenuto proteico, affine alla cheratina, la proteina che avvolge il fusto.

  • E’ utile anche il consumo di soia che, grazie ai suoi flavoni, può agire riequilibrando il sistema ormonale e migliorando l’aspetto sia dei capelli troppo secchi e deboli, sia di quelli grassi.

  • La frutta di colore giallo-arancio, come le carote, è ricca di beta-carotene, dall'azione antiossidante che protegge i capelli. Le carote inoltre sono ricche di vitamina E, altro alleato contro i radicali liberi.

  • Indispensabili, infine, le uova. Il tuorlo, infatti, contiene fosfolipidi e aminoacidi solforati, necessari alla salute dei capelli. Inoltre, sempre nel tuorlo è contenuta la biotina, una vitamina del gruppo B (B8 per la precisione) che evita la desquamazione del cuoio capelluto. E’ presente anche nelle carni, cavolfiore, carote, latte, fagioli e piselli secchi, pesce, funghi, mele.